Vorrei lasciarmi alle spalle questo finto mondo di pergamena, emigrare mente e corpo, cancellare parole e volti di persone senza vita, continuamente dirette verso il nulla ma così fiere della loro ignara vacuità. Avvolte nell’apparenza del loro non essere, senza gambe per correre né ali per spiccare il volo. In mezzo a loro finirò per perdermi. Vorrei evadere, carne e spirito. Trovare rifugio in un soffio lontano, in un pensiero nobile; perdere di vista i confini di questa terra, incerta e banale. Respirare a fondo. Riempirmi d’ossigeno e di speranze. Pescare di notte per ripulirmi dal buio. O forse no. Cerco un luogo dell’anima dove sentirmi in pace con me stesso.

Pin It on Pinterest