E così, nel mentre roteavo nel calice un gallo nero, pregustandolo morbido e rotondo al palato, il mio sguardo è finito altrove, su quella lingua di terra vivace e prodiga di colori, nel Sud della Francia, dipinta su una tela di Van Gogh. Vi ho immaginato percorsi di lavanda e terre d’ocra, antichi ponti da attraversare, vecchie leggende da riscoprire e notti di campagna da centellinare nella quiete di un mas. Il mio segnalibro d’autunno.

Potrebbe interessarti anche

Alter Jack's blog

Segui il blog!

Segui Alter Jack iscrivendoti alla sua newsletter. Sarai avvisato via email della pubblicazione di nuovi articoli su questo blog.

Tranquillo, Alter Jack odia lo spam...

 

Complimenti, ti sei iscritto con successo!