Fossi in me, non mi farei tante illusioni, ché il vento non accenna a placarsi, in questa notte di scirocco e schiuma d’alga portata dal mare. Fossi in me, lascerei la barca nel capanno, al riparo dal mostro marino. Ma mi illudo e persuado di essere altro da me, di poter fuggire da questo orizzonte circolare di sabbia e verde, sfuggire alla vista e al mare, come in una rinascita improvvisa, una Minerva dalla testa di Giove, una primavera d’inverno.

Potrebbe interessarti anche

Alter Jack's blog

Segui il blog!

Segui Alter Jack iscrivendoti alla sua newsletter. Sarai avvisato via email della pubblicazione di nuovi articoli su questo blog.

Tranquillo, Alter Jack odia lo spam...

 

Complimenti, ti sei iscritto con successo!