Il vento ha scolpito nuvole che sembrano unicorni. La mia mente è gravida di attese. Devo alleggerirmi, evacuare pensieri. Il tizio con la barba incolta, è un miracolo che sia sopravvissuto alle sue birre. Si sta, come d’autunno, sull’isola, i turisti. Gente per strada sembra uscita dal giardino delle delizie, ignara del destino che la attende. Incontro volti sconosciuti. Uno di loro accenna un saluto. Ricambio con un sorriso, fissando il lungo corno sulla sua testa.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: