Smetteranno di agitarsi, stupide foglie. Verrà per esse la fine, come per i gradini che mi hanno portato a casa, per queste suole che hanno calpestato mondi. Inghiottite dal buio con gli alberi e la terra, svanite nel nulla all’improvviso. Cesseranno luci e colori, suoni e parole. Verrà la fine del mondo. Un istante prima, io ci sarò.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: