Quando l’attesa si fa stancante, mi diverto ad osservare le facce delle persone che ho di fronte e ad immaginarle in vesti diverse, nei panni a ciascuna più congeniali. Il cancelliere di oggi è il titolare di una antica sartoria, con il metro di colore giallo attorno al collo ed un gessetto bianco tra le mani. Forbici, spille, cotone e tessuti di lana sul banco di legno scuro, il giornale radio della Rai in sottofondo. Fuori piove, magari diluvia, persone si accalcano davanti al suo negozio, clienti o forse solo passanti in cerca di un riparo temporaneo, ma nulla potrà scomporre o distogliere faccia da sarto dal gesto ripetitivo. Forse solo un caffè.

Pin It on Pinterest