Tutto sommato posso ritenermi fortunato. Sono stato educato a coltivare il dubbio, a non dare mai credito ai portatori di verità assolute, ai dispensatori di ricette un tanto al chilo, a pormi invece domande di continuo. Ciò mi ha reso, con gli anni, insofferente alle risposte semplici, ripetute a comando, che non ammettono repliche, quelle che chiedono solo di ricevere ulteriori conferme e approvazione.
Ecco, mi sono chiesto quanto sia, il Giano bifronte di governo fuoriuscito a fatica dal recente impasse istituzionale, espressione effettiva della volontà popolare, e quante siano le possibilità concrete che lo stesso contribuisca seriamente alla crescita e al benessere della Nazione. Mi sono dato risposte complesse e molte riserve di giudizio. L’ho detto in premessa, sono abituato a coltivare il dubbio.
Soprattutto, non ho saputo dire con certezza quanto tempo occorrerà prima che i proclami di cambiamento dei nuovi capipopolo rivelino tutta la loro natura effimera ed ingannatrice, o quanto ne occorrerà prima che l’idillio con il “popolo sovrano” svanisca, che altri salvatori della patria si sostituiscano agli attuali, individuando magari novelli fronti di lotta e vecchi o nuovi capri espiatori e nemici da combattere, in un gioco di potere senza fine che solo chi non sia abituato a porsi domande non è in grado di comprendere.

Potrebbe interessarti anche

Alter Jack's blog

Segui il blog!

Segui Alter Jack iscrivendoti alla sua newsletter. Sarai avvisato via email della pubblicazione di nuovi articoli su questo blog.

Tranquillo, Alter Jack odia lo spam...

 

Complimenti, ti sei iscritto con successo!